Sei in: BlogMondo SerramentiPerché scegliere infissi in pvc

Blog

Perché scegliere infissi in pvc

Categoria: Mondo Serramenti
Data pubblicazione: 15/04/19 • Autore: silvia

Perché scegliere infissi in pvc

Il pvc, materiale sintetico molto versatile, anche impiegato nella produzione di serramenti, presenta molti vantaggi. Vediamo per quali motivi conviene optare per il pvc quando si tratta di scegliere il materiale per gli infissi di casa.

 

Che cos’è il pvc


Il pvc, ovvero PoliVinilCloruro, detto anche cloruro di polivinile è un polimero sintetico che ha origine dall’unione dell’etilene, derivato del petrolio, con il cloro che si ottiene rompendo le molecole presenti nel sale marino.

Si tratta del terzo materiale plastico più utilizzato nel mondo, dopo il polietilene e il polipropilene. A dimostrarlo sono le statistiche e i numerosi settori in cui viene sfruttato: dall’arredamento all’agricoltura, dall’imballaggio alimentare all’ambito medico e farmaceutico, passando per l’abbigliamento fino all’edilizia. Ed è proprio nel ramo delle costruzioni che viene impiegato maggiormente, per la produzione di pavimentazioni, tubazioni e infissi.


Perché scegliere infissi in pvc? Ecco tutti i vantaggi


Il pvc presenta molte caratteristiche vantaggiose, dunque vediamo perché conviene scegliere proprio questo materiale – tra tutti gli altri – quando si tratta di comprare gli infissi per la propria casa.


  1. Resistenza: il pvc è un materiale molto durevole e difficile da alterare.

  2. Isolante: gli infissi in questo materiale garantiscono un ottimo isolamento acustico e termico

  3. Impermeabilità

  4. Necessitano di poca manutenzione: sono molto facili da pulire

  5. Leggerezza: gli infissi in pvc hanno la caratteristica di essere molto maneggevoli

  6. Sono ignifughi: abbiamo a che fare con un materiale non infiammabile

  7.  

  8. Economici: hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo; si tratta di un materiale reperibile a cifre più che modiche





 



Pvc sì, ma di che tipo?


Per cominciare, è doveroso fare una distinzione tra:


  1. Pvc polimero, che è classificato dalle normative vigenti come non pericoloso. Trattandosi fisicamente di una polvere è sottoposta a controlli, come qualsiasi altro materiale o sostanza che così si presenta

  2. Pvc polimero miscelato con sostanze additive utilizzate per migliorare le prestazioni finali in termini di flessibilità, durata, resistenza a luce e calore. Deve sottostare al regolamento REACH garantito dall’Unione Europea, che si occupa di registrare, valutare, autorizzare e restringere l’uso di sostanze chimiche


Risulta chiaro che a essere messo sotto accusa è il pvc miscelato e in particolar modo quello indicato dalla sigla pvc-p, quello a cui vengono aggiunti ftalati e plastificanti per conferire elasticità e una maggiore malleabilità al prodotto finito. Tra questi ricordiamo ad esempio articoli di presidi medico-chirurgici, cavi elettrici, tessuti sintetici per abbigliamento e calzature. Gli ftalati rappresentano il 93% dei plastificanti impiegati nella trasformazione del pvc, ma anche in questo caso occorre sottolineare che non sono tutti uguali, infatti possiamo dividerli in:


  • ftalati ad alto peso molecolare: non considerati nocivi per la salute , ma di cui due tipologie (DINP e DIDP) sono state, in via precauzionale, sottoposte a restrizioni per quanto riguarda l’utilizzo nei giocattoli per bambini

  • ftalati a basso peso molecolare: classificati come agenti tossici per la riproduzione il cui uso è limitato e regolamentato


Dunque quando si parla di pvc, ftalati e plastificanti si tende a fare molta confusione senza tenere conto delle differenze e delle diverse tipologie esistenti. Esistono dei  rischi, certo, ma sono stati riconosciuti e sottoposti a rigidi controlli per tutelare la salute dei cittadini.




Abbiamo parlato soprattutto di pvc flessibile, mentre ora vogliamo concentrarci sul pvc utilizzato nella produzione dei serramenti. A differenza del pvc-p, quello che ritroviamo nei profili delle finestre di casa, è rigido, indicato con sigla pvc-u e dunque non contiene plastificanti o ftalati di alcun genere.


Tuttavia è bene verificare sempre la provenienza dei materiali e accertarsi che la filiera produttiva rispetti le normative europee.


Per questo motivo l’azienda Mazzucco, rivenditore ufficiale di finestre in pvc Oknoplast, è in grado di garantire ai propri clienti standard molto alti in termini di qualità e sicurezza. Tutti i serramenti in pvc hanno certificato Q-zert, rilasciato dall’Istituto tedesco IFT di Rosenheim, e marchio CE.


Il pvc è un ottimo materiale per i serramenti di casa


Abbiamo visto tutti i vantaggi del pvc e chi sceglie infissi in pvc per la propria casa non ha motivo di temere ripercussioni, anche se si raccomanda di affidarsi sempre a professionisti del settore, come l’azienda Mazzucco.

 
Indietro


Preventivo veloce

Costruisci tu stesso un preventivo!

In pochi semplici passi potrai farci avere le misure del tuo progetto e ti invieremo velocemente un'offerta

Procedi