Sei in: Mazzucco srlBlogMondo SerramentiEcobonus: le detrazioni fiscali
Blog

Ecobonus: le detrazioni fiscali

Categoria: Mondo Serramenti
Data pubblicazione: 25/09/20 • Autore: laura

Ecobonus: le detrazioni fiscali

La volta scorsa vi abbiamo parlato del Superbonus al 110%. Abbiamo visto come il Decreto Rilancio proposto dal Governo abbia stabilito degli incentivi per agevolare gli interventi di riqualificazione energetica.

Continuiamo a parlarne in parte anche oggi, approfondendo l’aspetto che riguarda le aliquote di detrazione.

Incentivi fiscali per l’aumento dell’efficienza energetica

Come abbiamo già detto più volte, l’Ecobonus si propone di rilanciare l’economia italiana, in questo periodo particolarmente segnata dalle conseguenze del Covid-19. Si può accedere alle agevolazioni fiscali se si ha intenzione di ristrutturare casa, aumentandone l’efficienza energetica e potenziando le misure antisismiche; recuperare la facciata di edifici esistenti, sia per quanto riguarda la pulitura che la tinteggiatura esterna; installare impianti fotovoltaici o colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Il tetto di spesa per accedere alle detrazioni fiscali

Ma attenzione: non tutte le cifre possono essere ammesse. Ad esempio, il cappotto termico e i lavori di isolamento delle superfici orizzontali rientrano nell’Ecobonus se le spese non superano i 60.000 € per unità abitativa. Se si sostituiscono i climatizzatori invernali con impianti centralizzati e pompe di calore di classe A, invece, il tetto di spesa previsto è di 30.000 €. Infine, per chi volesse installare i pannelli fotovoltaici sul tetto della propria casa è prevista una soglia di 48.000 €.

L’attestato di prestazione energetica

Come abbiamo visto, inoltre, la condizione fondamentale per usufruire di queste detrazioni è il miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile o delle parti in comune del condominio. Per poter rientrare in queste agevolazioni è necessario certificare il passaggio di due classi energetiche. A questo scopo sarà necessario che un tecnico abilitato rediga un attestato di prestazione energetica (APE) prima e dopo gli interventi di ristrutturazione.

Come accedere alle detrazioni fiscali

Per poter usufruire degli incentivi dell’Ecobonus e del Superbonus ci sono diverse opzioni.  Per le spese sostenute fino al 31/12/2020 è possibile infatti:

  • Sfruttare direttamente le detrazioni, ammortizzando la spesa negli anni successivi;
  • Ottenere uno sconto in fattura sull’importo dovuto, cedendo il credito Ecobonus alla ditta che effettua i lavori (ne abbiamo parlato precedentemente);
  • Trasformare l’importo in credito d’imposta che potrà essere ceduto a istituti di credito.

Le detrazioni previste dall’Ecobonus

Dal sito dell’ENEA ricaviamo quali sono gli interventi che possono rientrare negli incentivi dell’Ecobonus, e le rispettive aliquote di detrazione.

  • Aliquota di detrazione al 50%: serramenti e infissi (porte e finestre); schermature solari (tende da sole, oscuranti); caldaie a biomassa; caldaie a condensazione classe A;
  • Aliquota di detrazione al 65%: riqualificazione globale dell’edificio; caldaie a condensazione Classe A+ (sistema termoregolazione evoluto); generatori di aria calda a condensazione; pompe di calore; scaldacqua a PDC; coibentazione involucro; collettori solari; generatori ibridi; sistemi di building automation; microcogeneratori;
  • Aliquota di detrazione al 70%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata ˃ 25% superficie disperdente;
  • Aliquota di detrazione al 75%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata ˃25% superficie disperdente + qualità media dell’involucro)
  • Aliquota di detrazione all’80%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata ˃25% superficie disperdente + riduzione 1 classe rischio sismico;
  • Aliquota di detrazione all’85%: interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata ˃25% superficie disperdente + riduzione 2 classi rischio sismico;
  • Aliquota di detrazione al 90%: Bonus facciate (interventi che influiscono dal punto di vista termico e che interessano l’intonaco per oltre il 10% della superficie disperdente complessiva dell’edificio.

Per ulteriori informazioni sui vostri progetti non esitate a contattarci o a farci visita nel nostro showroom in via Argine Destro 27 a Diano Castello. Vi aiuteremo a ottenere le detrazioni che vi spettano per l’incremento dell’efficienza energetica della vostra casa!

 
Indietro


Preventivo veloce

Costruisci tu stesso un preventivo!

In pochi semplici passi potrai farci avere le misure del tuo progetto e ti invieremo velocemente un'offerta

Procedi